Investire in Indici: guida pratica al Trading

Apparentemente il modo più semplice e conveniente per investire in borsa sarebbe quello di farlo con le azioni, ma hai mai pensato che possono esistere delle alternative al classico trading di azioni?

Una delle vie diverse e più gettonate è rappresentata proprio dagli indici di borsa i quali possono essere veramente interessanti per operare investimenti e se non ci avevi mai pensato è davvero arrivato il momento di prenderli in considerazione.

I loro pregi sono numerosi a partire dal fatto che ti offrono buone garanzie nella limitazione dei rischi sugli investimenti, ma scopri di più continuando a leggere il nostro elaborato che si presenta come una piccola guida su come investire sugli indici di borsa direttamente online.

Conviene investire in borsa sugli indici ?

Investire in borsa oggi non offre alternative, il modo più conveniente di farlo è in rete e si può decidere di farlo attraverso il trading online dei CFD per mezzo di broker dedicati che offrono questa opportunità.

Gli indici sono un mercato ottimo per operare sia con l’uno sia con l’altro strumento derivato come stai per scoprire continuando la lettura del nostro elaborato.

Con i CFD e il più recente servizio di social trading (clicca quì per conoscere la migliore piattaforma consigliata) puoi investire anche piccoli capitali in questo business e fidati che per piccoli qui si intende anche 10.000€ perché al di fuori di internet chi investe in borsa fisicamente spesso lo fa anche a partire da 100.000€ tu oggi puoi scegliere di investire in indici anche con soli 100€ in tasca.

Investire in indici con i CFD significa sfruttare un prodotto finanziario derivato che replica fedelmente il valore del sottostante, ovvero del paniere di azioni che l’indice di tua scelta rappresenta.

Quali sono le migliori piattaforme per investire sugli indici ?

Investireinborsa.org ha selezionato le migliori scelte per fare trading di indici in modo sicuro.

Il grande vantaggio è che tu puoi guadagnare sugli indici a prescindere dalle loro performance proprio grazie ai CFD, perché in questo caso sia che il prezzo salga sia che il prezzo scenda tu puoi portare a casa un profitto e chiudere immediatamente l’operazione di trading, questo sistema è comodo semplice ed efficace.

Ma ora cerchiamo di rispondere alla domanda che preme di più ovvero: cosa sono gli indici di borsa?

Gli indici non sono altro che panieri azionari, in pratica un indice con il suo valore non va a rappresentare il valore di una singola azienda del mercato della borsa, ma di una serie di aziende insieme, è proprio per questo motivo che si parla di paniere di titoli azionari.

Investire in Indici IMG by ©Investireinborsa.org

Investire in Indici, guida completa al trading

Per questo quando si osserva l’andamento degli indici si osserva la performance di una intera nazione in un certo senso o di un dato settore della sua economia, in un indice infatti possono trovarsi quotate le performance aziendali anche di decine di società insieme, selezionate secondo i più diversi criteri come stiamo per specificare nel corso del prossimo paragrafo.

Esistono 3 tipi di indici sui quali investire

Gli indici vengono calcolati attraverso 3 criteri fondamentali che sono i seguenti:

Indici equally weighted

In questo caso siccome il termine “equally” significa ugualmente questo indica che il calcolo dell’indice viene effettuato tenendo in considerazione uguale tutti i fattori di ponderazione per tutti i titoli che fanno parte di quel dato indice sempre senza considerare la capitalizzazione di ogni singola società inclusa;

Indici price weighted

Per questa tipologia di indici invece cose invece cambiano perché qui ogni titolo ha un suo peso specifico che si basa in pratica sul suo prezzo. Questo tipo di indici sono abbastanza semplici da calcolare ma per la loro natura non sono in grado di permettere di riscontrare perfettamente il trend dell’intero portafoglio.

Proprio per questo quando il calcolo è così effettuato i titoli non avranno lo stesso valore ma verranno premiati e maggiormente rappresentati i titoli che hanno un prezzo più alto;

Indici value weighted

I sopracitati sono quelli che ti interessano di più per il semplice fatto che parliamo dei più utilizzati e comuni in assoluto.

Questo tipo di indici hanno un peso direttamente proporzionale alla capitalizzazione della società emittente e vengono ricalcolati ogni volta che una società esegue frazionamenti oppure paga dividendi o fa scissioni e chi più ne ha più ne metta, per questo sono molto specifici e precisi.

Ad esempio questo tipo di indici sono i più comuni dei quali senti parlare al telegiornale come il FTSE MIB dell’Italia, oppure il DAX30 della Germania, oppure ancora l’indice statunitense S&P500.

Vantaggi di investire in Indici facendo trading CFD

Di certo il primo fattore per cui si fanno notare subito gli indici sono i margini di rischio facilmente gestibili e personalizzabili da parte dei traders.

Gli indici rispondono innanzitutto alla necessità di farti diversificare il portafoglio di investimenti dato che essi non facendo riferimento ad una sola azienda ed ai suoi destini, ma ad un insieme di titoli sarà difficile aspettarsi grandi sorprese anche se una singola azienda del paniere dovesse subire pesanti battute d’arresto.

Un indice non crolla se le azioni di una singola società perdono anche molti punti percentuali nel corso di una giornata; di norma gli indici subiscono cali quando è un intero comparto a soffrire.

Altro grande vantaggio di investire su questo tipo di asset consiste nel fatto che come saprai degli indici si parla e si discute sempre molto sia su giornali che su internet, ma anche per radio insomma vi sono moltissime notizie alle quali puoi attingere per gestire le tue operazioni di trading sugli indici con la massima consapevolezza e massimizzando le tue possibilità di profitto.

Clicca su questo link per scoprire da vicino un valido kit di strumenti d’analisi per trader.

Pensa poi ai disagi di dover seguire sempre da vicino una azienda nel caso in cui scegliessi di operare solo sulle sue azioni invece che sugli indici.

In pratica dovresti sempre stare attento al bilancio alle notizie non sempre chiare e di parte che vengono diffuse per non scatenare rivolte dei mercati e degli azionisti.

Scegliendo gli indici puoi evitare di basare tutte le tue speranze di guadagnare o perdere su un solo titolo ma su diversi asset tutti insieme, solamente la rispettiva media andrà a definire il loro valore finale.

Per questo motivo parliamo di asset sempre molto convenienti, special modo per coloro che sono alle prime armi negli investimenti in borsa.

Se vuoi imparare a fare trading online sugli indici e CFD ti consiglio il download gratis di questo manuale spendibile sui CFD.

Alcuni consigli per fare Trading Indici

A prescindere dal fatto che abbiamo più volte sottolineato che investire in borsa sugli indici possa essere piuttosto semplice ciò non toglie che bisogna fare attenzione ai rischi sugli investimenti a prescindere!

Non bisogna mai sottovalutare i rischi sugli investimenti e quindi il consiglio è sempre quello di cercare di investire il meno possibile anche per le tue operazioni sugli indici di borsa.

In pratica il limite deve essere del 5% per ogni operazione che intraprendi in questo modo anche se dovessero esservi sorprese e dovessi perdere il capitale investito neanche te ne accorgeresti, mentre dall’altra parte sommando tutte le operazioni che finiscono in positivo potresti ritenerti più che soddisfatto.

Un ulteriore consiglio è il seguente: se non hai mai fatto trading sugli indici o su qualsiasi altro strumento finanziario puoi pensare di approfittare dei vari strumenti messi a disposizione dai broker di trading sui CFD ( contratti per differenza ) come questo conto demo ( con capitale virtuale di 100.000€ ) dove puoi fare uno studio approfondito di tattiche e strategie di investimento per migliorare i tuoi risultati.

Una volta che avrai la certezza di aver fatto tuoi i concetti fondamentali per l’investimento sugli indici non devi fare altro che cercare di analizzare il mercato per capire i migliori punti di ingresso e solo dopo acquistare opzioni binarie o aprire operazioni con i CFD di acquisto e di vendita.

Ad esempio potresti scegliere di usare metodi di analisi basati sulle bande di Bollinger o anche il metodo di analisi dei ritracciamenti di Fibonacci di cui trovi una strategia completa qui nel nostro portale dedicato agli investimenti di borsa.

Conclusioni

Per sfruttare al massimo gli indici poi devi cercare di investirci sopra grazie alle piattaforme di trading dei più grandi broker online.

Come fornitori di CFD ti segnaliamo con orgoglio in questa sede Markets.com, eToro, Trade.com, ma anche e soprattutto il broker 24option uno dei più grandi providers attualmente presenti in rete.

Sulle piattaforme dei brokers consigliati dal nostro team hai la possibilità di investire al meglio delle tue possibilità su diversi indici come Nikkei, Nasdaq, Ftse/Mib, Dax, CAC30 e molti altri.

Inoltre questi broker ti offrono enormi garanzie di sicurezza e di affidabilità grazie alle autorizzazioni ricevute dai competenti organismi di controllo che esercitano la vigilanza sui mercati finanziari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *