Pubblicato il - Ultimo aggiornamento il

Nikkei 225

Ci occupiamo ancora una volta di indici e lo facciamo con quanto viene offerto dal NIKKEI 225, l’indice più importante e rappresentativo della borsa giapponese.

Siamo davanti ad un indice che non solo è importante per una delle economie dominanti a livello mondiale, ma che riveste anche un’importanza strategica per i mercati asiatici.

Un indice sicuramente di quelli allettanti, che moltissimi nostri lettori avranno già considerato per le loro operazioni sui mercati online del trading.

Che fare allora? Bisogna investire o no nel NIKKEI 225? A questo dovrai risponderti necessariamente da solo.

In questa guida ci limiteremo a fornirti tutte le informazioni necessarie, anche di carattere storico, per aiutarti a capire perché questo indice è così interessante e perché viene offerto da sempre anche da broker di enorme qualità, come anche eToro (qui per testarlo in demo).

Come sempre professiamo e predichiamo da queste parti, scegliere un buon indice da inserire nel tuo portafoglio non è sempre facile ed è proprio per questo motivo che cerchiamo di fornire tutte le informazioni utili a capire quali sono le caratteristiche di questo indice.

Nikkei 225 - IMG by ©Investireinborsa.org
La nostra guida completa all’indice di borsa giapponese Nikkei 225

E lo faremo anche parlando di quella che è la storia del NIKKEI 225, un indice che ripetiamo ancora una volta essere uno dei più importanti non solo di tutta l’Asia, ma del mondo intero.

Una premessa: investi sempre con un grande intermediario, anche su un indice popolare come il NIKKEI 225

Il NIKKEI 225 è uno degli indici più popolari al mondo. Ma non per questo deve essere considerato come inutile cercare il miglior intermediario possibile per fare trading.

PIATTAFORME PER INVESTIRE

Nota importante: Tutti i broker CFD che abbiamo indicato in questa tabella sono broker di grandissima qualità, che abbiamo testato personalmente e che ci offrono l’opportunità di fare trading con i migliori strumenti.

Migliori strumenti che si traducono in maggiori possibilità di profitto e nell’avere le stesse condizioni riservate fino ad oggi ai professionisti del trading online e offline.

Su questi broker possiamo davvero metterci la faccia, perché sono broker che sono in grado di offrire il top in termini di condizioni, sicurezza e affidabilità.

Non affidarti mai al primo che capita, anche se dovesse essere quella banca che ormai conosci da anni e della quale – spesso ingiustificatamente – ti fidi.

Le condizioni offerte dai migliori broker CFD per questo tipo di attività sono ovviamente superiori a quanto viene offerto, ad esempio, dalle banche. E anche da quei broker illegali che ti offrono condizioni irripetibili per poi purtroppo andare a metterti le mani nel portafoglio. Permanentemente.

NIKKEI 225: cenni storici e particolarità di questo indice

Il NIKKEI 225 è l’indice che rappresenta, come abbiamo già detto poco sopra, le migliori 225 azioni per capitalizzazione che sono quotate alla Borsa di Tokyo.

Siamo davanti ad un indice che ha già una certa età, essendo stato fondato nel 1950, molto prima del grosso degli indici europei.

Anzianità che ne dimostra l’importanza. Importanza che non può che essere segnalata anche dal fatto che tutti i grandi broker, come anche Capital.com (che qui ti offre una demo gratis) ti offre da sempre la possibilità di investirci.

Il NIKKEI, storicamente, ha rivestito un’importanza fondamentale per l’economia internazionale tra gli anni ’80 e ’90, il vero periodo d’oro dell’economia giapponese.

Anche se sono poi circa 15 anni che l’economia giapponese è in enorme sofferenza, con tassi di crescita vicini allo zero e con una deflazione importante, non vuol dire che il NIKKEI 225 non debba essere comunque considerato come un indice valido.

Anzi, ti invitiamo da subito a tenere conto di questo indice e magari anche a testare degli investimenti, pur senza rischiare capitale reale.

Puoi farlo anche da subito con broker come IQ Option (qui per una demo gratis), broker che riteniamo assolutamente interessante proprio perché offre:

  • 10.000 euro di capitale virtuale: che puoi utilizzare gratuitamente per testare i tuoi investimenti;
  • minimo di 10 euro per un conto reale: un conto che potrai utilizzare per cominciare a investire sul serio;
  • minimo di 1 euro per ogni ordine: un limite basso e democratico che permette a tutti, anche a chi ha capitali ridotti, di poter operare con più ordini aperti in contemporanea.

Quanti titoli sono disponibili nel NIKKEI 225?

Come dovrebbe essere chiaro dal nome, il NIKKEI 225 inserisce nel suo indice le prime 225 azioni giapponesi per capitalizzazione.

Si tratta di un indice molto ampio, ma congruo con le enormi dimensioni di un paese dall’economia così importante e che conta più di 120 milioni di abitanti.

Le azioni che sono presenti nel NIKKEI 225 vengono aggiornate?

Assolutamente sì. Come avviene d’altronde per tutti i principali indici a livello mondiale. Nel caso in cui un’azienda non abbia più i requisiti per fare parte di questo indice, viene immediatamente sostituita con l’azienda che invece li possiede.

Il fatto che sia costantemente aggiornato rende il NIKKEI 225 particolarmente rappresentativo dell’economia nazionale giapponese.

Cosa di cui puoi renderti conto anche aprendo una demo con eToro, broker che punta da sempre anche sull’offerta di indici di qualità come il NIKKEI 225.

Quali sono le azioni più importanti del NIKKEI 225?

Il NIKKEI 225 è rappresentativo di un’economia molto forte, di quelle che appunto fanno tremare i concorrenti.

Ma quali sono le aziende più importanti di questo specifico indice?

  • Toyota: tutti la conosciamo come azienda che produce principalmente auto. Ed è proprio così. Vale la pena di ricordare ai nostri lettori che Toyota è proprietaria anche dei marchi Daihatsu, Hino, Lexus, Scion;
  • NTT Docomo: Docomo è il primo operatore telefonico del Giappone, che opera principalmente su linee mobili. È anche attiva in Tata Service, il primo operatore telefonico indiano, nonché in diversi paesi del Pacifico.
  • Nippon Tel: l’operatore che corrisponde alla nostra Tim. Secondo in Giappone e terzo per posizione sul mercato complessivo;
  • Keyence: sistemi di automazione, lettori di codice a barre, marcatori laser e microscopi digitali. Azienda strategica del Giappone e necessaria per il grosso delle industrie mondiali;
  • Sony: letteralmente un gigante. È attivo nell’elettronica di consumo, nella produzione di contenuti cinematografici e anche nel mondo delle console, nonché anche nei servizi finanziari;
  • Chugai Pharmaceutical: la prima azienda asiatica nel settore farmaceutico. Di dimensioni ridotte rispetto alle controparti americane, ma comunque molto rilevante sul mercato.

Come dovrebbe essere più che chiaro da questa lista, investire in azioni giapponesi vuol dire confrontarsi con un mondo di grandissime imprese, anche quando sono conosciute poco dalle nostre parti.

E il modo migliore per farlo rimane quello di affidarsi ad un buon broker che faccia puntare sul NIKKEI 225. Come anche Trade.com (che qui puoi testare con una demo gratis).

Perché scegliere i broker CFD per investire in NIKKEI 225?

Come abbiamo accennato poco sopra, riteniamo e continueremo a ritenere i broker CFD come la migliore scelta per fare trading sul NIKKEI 225. Anche se le banche in genere offrono la possibilità di fare trading su questo specifico indice.

Perché?

PIATTAFORME PER INVESTIRE

Perché appunto le condizioni offerte da qualunque broker abbiamo inserito in tabella sono molto superiori rispetto a quelle che invece vengono offerte dalle banche.

Vediamo insieme perché.

Piattaforme: quelle offerte dai broker CFD sono nettamente superiori

Partiamo da un fatto: investire con una piattaforma scadente, anche quanto di tratta di titoli sicuramente adeguati come l’indice NIKKEI 225, vuol dire non avere a disposizione tutti gli strumenti necessari per eccellere.

E questo si traduce nella possibilità di perdere occasioni. Investire con MetaTrader offerto da Capital.com vuol dire poter fare davvero la differenza in questo senso, ovvero di poter andare ad operare con una piattaforma che anche i professionisti ritengono la migliore.

Questo è quanto: le banche non possono neanche lontanamente pensare di offrirti piattaforme di questo eccellente livello.

Costi e commissioni: con i broker CFD paghi pochissimo

Quando si investe su un mercato lontano ed esotico come quello giapponese, il rischio concreto è quello di rimanere invischiati in commissioni altissime.

Le banche ci marciano e spellano (non metaforicamente) gli arditi che vogliono guardare ai mercati lontani.

Per i broker CFD invece la distanza del mercato è neutra. Ti costerà ugualmente investire in Italia e in Giappone.

E di questo puoi renderti conto benissimo aprendo una demo gratis con eToro, broker di grandissima qualità che permette davvero a tutti di investire sui migliori titoli.

Senza commissioni e con un piccolissimo spread tra acquisto e vendita.

Costi minori di ingresso

Con broker come IQ Option puoi fare trading senza problemi anche andando ad operare con soli 10 euro, e con 1 euro per ogni posizione aperta.

La banca ti chiederebbe invece cifre almeno 50 volte più alte. Se sei di quelli che non hanno grandi capitali a disposizione o che comunque vogliono partire con calma, la differenza è davvero radicale.

Conclusioni e opinioni finali sul NIKKEI 225

Non siamo di quelli che ti consigliano investimenti sicuramente redditizi. Anche perché si tratterebbe di una bugia che l’impostazione morale del nostro sito non sarebbe disposta a sopportare.

Ci limitiamo a fornirti gli elementi necessari per scegliere da solo, in autonomia, quali siano effettivamente i prodotti finanziari da inserire nel tuo portafoglio.

E questo abbiamo fatto anche con il NIKKEI 225, un indice che a noi personalmente piace molto, ma che dovrai decidere tu in assoluta autonomia se sia o meno un prodotto di qualità elevata per le tue necessità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *