Borsa di Sidney

Ci occuperemo, nella guida che ti appresti a leggere, della Borsa di Sydney, ovvero quella più rappresentativa dell’economia australiana e sicuramente una di quelle più interessanti sulle piazze internazionali.

Siamo infatti davanti ad una borsa che rappresenta un’economia molto forte e che potremmo pensare di inserire, almeno parzialmente, nel nostro portafoglio di investimenti, pur se stiamo appunto parlando di una borsa che geograficamente e culturalmente è la più lontana dall’Italia.

Lo faremo parlando sia della storia di questa borsa, sia analizzando quelli che sono gli aspetti sicuramente più tecnici che riguardano appunto la Borsa di Sydney, una borsa di grande qualità e che al suo interno ospita diversi titoli molto appetibili.

Borsa di Sidney - IMG by ©Investireinborsa.org
Borsa di Sidney: cos’è e come funziona – guida completa

Lo faremo anche senza parlando di dettagli più tecnici e più direttamente collegati a quelle che possono essere le analisi numeriche e tecniche delle borse. Così come con la scelta di broker che possono permetterti di investire su questo specifico mercato, come Investous (qui per una demo gratis).

E non senza fornire a te che ci leggi la possibilità di informarti anche sul contorno. Un contorno ovviamente non campato in aria, ma che può avere delle ripercussioni concrete sul tuo modo di investire.

Per fare tutto questo analizzeremo come è nata la borsa di Sydney e quali sono gli asset più interessanti che ci vengono scambiati.

Sempre tenendo però davanti la bussola degli investimenti intelligenti, una bussola che ci porterà anche a capire quali sono gli intermediari che dovremmo considerare per questo tipo di operazioni.

NOTA: ci sono broker che sono specializzati in questo tipo di attività e che ti offrono accesso alla Borsa di Sydney. Come anche eToro (testalo qui in demo sugli indici australiani).

Quando vuoi investire, scegli sempre un grande intermediario

Prima di addentrarci in quelli che sono i particolari sicuramente più allettanti per i nostri lettori, lasciateci pochi secondi per fare una premessa.

Perché siamo davanti ad una questione importante quando parliamo di broker e di intermediari.

Che tu voglia investire o meno nella borsa di Sydney, dovrai sempre prediligere un broker che:

  • Ha una licenza europea e dunque è in grado di offrirti tutto il meglio per quanto concerne la protezione dei tuoi investimenti e dei tuoi capitali, come impone la UE;
  • Ha una grande piattaforme alle spalle, che ti permette di avere tutti quegli strumenti che in genere vengono utilizzati dai professionisti e che devono essere considerati, senza mezzi termini, necessari;
  • Offre accesso ai più grandi mercati, che si tratti di quello australiano della Borsa di Sydney o di qualunque altro mercato rilevante su scala mondiale.

Tutti i broker che trovi nella lista sopra sono broker che rispecchiano queste caratteristiche e che permettono a tutti di godere del top delle condizioni.

Li abbiamo analizzati uno per uno e siamo matematicamente certi del fatto che potranno offrire a chi ci legge tutto quello di cui si ha bisogno per fare trading al meglio.

Scopri qui le possibilità offerte dai segnali gratuiti di Investous.

Cenni storici sulla borsa di Sydney

La Borsa di Sydney, quella che da quelle parti chiamano Australian Security Exchange o ASX, è la borsa principale del continente australiano. Ha una capitalizzazione di circa 5.000 miliardi di dollari australiani ed è una delle prime 16 borse a livello mondiale per volume di scambi.

È nata relativamente di recente nella sua forma attuale. Nonostante ci fossero già delle piccole strutture simili alle borse di carattere coloniale a partire dal 1861, non c’era un mercato unico per le Securities in Australia.

È solo dal 1987 che la borsa di Sydney esiste come prima (e unica rilevante) borsa australiana, per atto del parlamento.

Una borsa che grazie al merge è cresciuta a dismisura e oggi continua ad essere una di quelle maggiormente interessanti per chi investe. Motivo per il quale anche Broker come IQ Option offrono accesso ai titoli scambiati in questa borsa, con un broker molto interessante perché:

  • Offre un conto reale con soli 10 euro di investimento, la somma più bassa del mondo
  • Ti permette di fare trading da 1 euro sull’operazione;
  • Offre 10.000 euro di capitale virtuale per investire al top anche con una demo gratis.

Siamo davanti ad un’economia della quale spesso, colpevolmente, ci dimentichiamo. Ma che comunque può dire la sua nell’ambito di un’economia sempre maggiormente globalizzata e che offre oggi, comodamente da casa, la possibilità a tutti di investire sui mercati che ritengono più opportuni.

Per questo motivo consideriamo che nonostante una storia sicuramente breve almeno rispetto alle borse europee, la borsa di Sydney sia una delle più interessanti al mondo.

Scopri il social trading di eToro (permette di copiare le operazioni dei più bravi).

Orario di apertura della borsa di Sidney

Con le borse che sono molto distanti dall’Italia sono sempre dolori quando parliamo di orari operativi e della possibilità di fare trading a quelli che per noi sarebbero gli orari d’ufficio.

E questo è purtroppo il caso anche per la Borsa di Sydney, che opera in una città che si trova ben 9 ore avanti rispetto al nostro fuso orario.

Questo vuol dire che all’orario di apertura delle 10 dl mattino, alle quali si aprono le negoziazioni, in Italia sarà piena notte. E che gli scambi, terminando alle 16:00 ora locale, termineranno in Italia alle 8 del mattino.

Non sono sicuramente degli orari comodi, ma questo non vuol dire che oggi, con i migliori broker CFD, non abbiamo la possibilità di investire sulla Borsa di Sydney.

Anzi, siamo davanti ad una grande opportunità proprio perché oggi possiamo investire anche non stando direttamente davanti al PC. Come puoi fare con broker come Trade.com (qui per la demo gratis), un broker che offre piattaforme al top per questo tipo di investimenti.

Con le migliori piattaforme per investire in borsa che vengono offerte dai migliori broker in circolazione possiamo infatti impostare delle strategie semiautomatiche che permettono davvero a tutti di innescare ordini al raggiungimento di determinati prezzi.

Gli ordini condizionali sono un vantaggio che i trader classici tramite banca potevano soltanto sognare fino a qualche tempo fa.

Oggi hai la piena libertà di scegliere in autonomia se investire o meno con un determinato mercato. Come quello della Borsa di Sydney, mercato che appunto avremmo dovuto ritenere come impraticabile nel caso in cui non avessimo avuto strumenti di questo tipo.

E puoi farlo anche con broker come Investous, con la sua MetaTrader, piattaforma che è davvero la preferita tra chi investe professionalmente.

Gli indici più importanti della borsa di Sydney

L’indice più importante della borsa di Sydney è sicuramente ASX 200, che come dovrebbe essere estremamente chiaro dal nome è un indice che replica l’andamento delle principali 200 azioni quotate su quel mercato.

È un indice che viene soppesato tramite la capitalizzazione di ciascun titolo e che dunque può diventare una rappresentazione piuttosto fedele di come si sta muovendo, in generale, l’economia australiana.

È un buon titolo, che trovi tra le altre cose da eToro (qui per la sua demo gratis), broker di grandissima qualità che permette davvero a tutti di investire sui migliori mercati del mondo, mercati che un tempo, tramite indici o azioni, erano una possibilità remotissima.

E che oggi invece hai a portata di click.

Ci sono rischi nell’investire sulla Borsa di Sydney?

Ripetiamo ancora una volta che ogni tipo di investimento, che sia la borsa oppure il mondo delle obbligazioni, che sia un’attività fisica oppure l’investimento in una start up, ha dei rischi.

Rischi che sicuramente cambiano da settore a settore, ma che esistono comunque.

Per questo motivo l’atteggiamento giusto da parte di chi fa trading (o vorrebbe farlo) dovrebbe essere quello di andare ad evitare questo tipo di atteggiamento. Non esiste il rischio zero, ma esistono delle strategie che possono minimizzare quel rischio.

Per quanto riguarda la Borsa di Sydney dobbiamo necessariamente tenere conto di alcuni fattori:

  • È una borsa e dunque ci sono azioni. Le azioni non sono esattamente l’asset più sicuro del mondo, perché sono anche relativamente volatili. Non investire, se non vuoi correre rischi, tutto il tuo capitale su questo tipo di attività;
  • La borsa Australiana è stabile, nel senso in cui lo sono le borse dei paesi più sviluppati. Il che vuol dire che comunque, al netto di avere davanti delle azioni, sarai davanti ad un prodotto che poggia su basi molto solide;
  • Puoi diversificare, anche investendo soltanto sulla borsa di Sydney. Perché al suo interno troverai comunque moltissimi titoli di aziende che operano in comparti diversi.

Detto questo, non può che stare a te la scelta se rischiare o meno su questa borsa. Solo tu puoi avere a disposizione gli strumenti e le conoscenze per valutare quale tipo di rischio sia sostenibile per il tuo portafoglio.

I rischi puoi mitigarli rivolgendoti a broker che hanno molti mercati a disposizione. Come fa Trade.com con i suoi più di 2.000 asset, altro broker di grandissimo spessore tra quelli che offrono accesso ai mercati in modo legale.

Conviene investire nella borsa di Sydney?

Anche questa è una risposta che noi non possiamo darti direttamente, perché appunto starà a te valutare se questa possa o non possa essere una borsa di riferimento per i tuoi capitali.

Quello che possiamo dire è che siamo davanti sicuramente ad una borsa di qualità, di quelle che incorporano titoli molto interessanti.

E possiamo anche dirti che:

  • L’economia Australiana è in salute: nel senso che siamo davanti ad un paese stabile e con una forza economica non indifferente;
  • Ci sono molti titoli interessantissimi, di aziende che sono comunque molto solide e forti e che hanno dei fatturati da capogiro;
  • C’è una buona stabilità politica: cosa che, ti ricordiamo ancora una volta, non si può dire mai o quasi mai quando parliamo appunto di paesi emergenti. Ma l’Australia non è un paese emergente. E tanto basti.

Con questi elementi sarai tu a decidere se sia il caso o meno di investire sulla Borsa Australiana.

Come vedremo tra pochissimo, dipenderà comunque molto anche dall’intermediario che deciderai di utilizzare per fare trading in questo senso.

E potrai sempre testare tutte le tue idee e tutte le tue strategie con un conto demo gratis come quello di IQ Option, broker di grandissimo spessore e davvero democratico, perché propone anche a chi investe pochi denari accesso ad una piattaforma di livello.

Ricordati che esiste anche la vendita allo scoperto

Devi sempre ricordarti che i mercati azionari, e quello australiano non è assolutamente immune, sono sempre soggetti a periodi di rendite ridotte o dove tutti i titoli o quasi perdono.

E per questi periodi l’alternativa migliore che hai a disposizione sono proprio gli strumenti della vendita allo scoperto.

Con un solo click, con uno qualunque dei broker che trovi in tabella, puoi andare a investire puntando sul ribasso di un determinato titolo. Un ribasso che appunto potrai sfruttare per fare profitto.

Tutti i broker elencati, te lo ripetiamo ancora una volta, sono broker che permettono di investire nel massimo della sicurezza, perché sono appunto broker con licenza MiFID.

E che offrono anche al tempo stesso tutti i migliori strumenti e le migliori piattaforme per fare trading online in modo intelligente.

Conclusioni e opinioni finali sulla Borsa di Sydney

La borsa di Sydney è una borsa di grandissima qualità, una di quelle che appunto ci permette di investire su una grande quantità di titoli ad alto potenziale.

Non possiamo però essere noi a prendere decisioni al posto tuo ed è per questo motivo che ti consigliamo di evitare di farti tirare per la proverbiale giacca da chicchessia.

Scegli sempre in totale e completa autonomia e non farti gabbare da chi ha degli interessi a farti investire in questo o quel mercato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *