Strategia dati macro economici

0 commenti

Molti trader, anche se hanno già avuto una discreta esperienza negli investimenti finanziari, tendono a dimenticarsi dell‘importanza dei dati macro economici. Per fare trading di borsa invece sarebbe davvero il caso di prenderli in considerazione a prescindere da quello che è lo strumento finanziario che si è intenzionati ad utilizzare.

Non tutto quello che riguarda un bene o un titolo sul quale puoi operare deriva soltanto dall’analisi tecnica, molto spesso si possono ottenere informazioni e suggerimenti fondamentali proprio dal campo della macro economia dove le analisi che vengono portate avanti sono di natura differente, ma a tratti più affascinante ed efficace.

Prosegui nella lettura della nostra strategia basata sui dati macro economici e scopri come questa possa essere alla tua portata, ma anche come essa sia una tecnica avvincente ed efficace da utilizzare. Studiando i mercati finanziari ed i fattori in grado di generare movimenti importanti sui prezzi, sarai sempre tu ad essere un passo davanti ai mercati e potrai studiare in anticipo le mosse adatte a rendere profittevoli i tuoi investimenti di borsa.

Come funzionano i mercati?

I mercati finanziari sono i luoghi dove viene definito l’andamento dell’economia mondiale, qui si incontrano domanda ed offerta ed esse determinano i movimenti principali. Sono molte le entità che hanno diritto a partecipare alle contrattazioni, piccoli e grandi investitori curano i propri interessi tra speculazioni e grandi affari. Proprio per tutta questa grande attività che generano e per tutto questo inevitabile interesse, i mercati non possono essere considerati luoghi separati da un contesto, ancorché virtuali.

MIGLIORI BROKERS PER INVESTIRE IN BORSA

PLUS500

  • DEPOSITO MINIMO: 100€
  • CONTO DEMO: SI
  • TRADING CRIPTOVALUTE: SI
  • COMMISSIONI: 0
  • REGOLATORE: CYSEC
APRI UN CONTO!

ETORO

  • DEPOSITO MINIMO: 200€
  • CONTO DEMO: SI
  • TRADING CRIPTOVALUTE: SI
  • SOCIAL TRADING: SI
  • REGOLATORE: CYSEC
APRI UN CONTO!

TRADE.COM

  • DEPOSITO MINIMO: 100€
  • CONTO DEMO: SI
  • TRADING CRIPTOVALUTE: SI
  • OMAGGIO: 25€
  • REGOLATORE: CYSEC
APRI UN CONTO!

MARKETS.COM

  • DEPOSITO MINIMO: 100€
  • CONTO DEMO: SI
  • TRADING CRIPTOVALUTE: SI
  • OMAGGIO: 25€
  • REGOLATORE: CYSEC
APRI UN CONTO!

I movimenti dei mercati seguono delle regole ben precise dettate non soltanto da quello che riguarda il denaro, ma anche e soprattutto di quello che è il sentiment del mercato e dell’opinione pubblica, specialmente quella relativa agli insiders del settore. Per questo motivo grandissimo impatto sui movimenti dei prezzi lo hanno tutte le notizie che direttamente o indirettamente riguardano i mercati. Il rilascio di dati e notizie in grado di influenzare l’economia è seguito sempre con trepidazione da coloro che lavorano nel settore, come investitori o analisti, ma anche le aziende più importanti sono interessate ai cambiamenti in atto.

Su questo insieme di dati e notizie che hanno un grande impatto sui mercati e sui movimenti dei prezzi dei beni e titoli all’interno di essi si è capito che si possono basare delle strategie di trading incredibilmente efficaci che portano i traders ha fare grandi affari nel giro di breve tempo e soprattutto con eccellenti possibilità di successo in ogni singola operazione. Per questo oggi ti spieghiamo come investire con l’aiuto di questi dati e notizie relative alla macro economia e come questa strategia possa essere sfruttata anche da un principiante con il massimo successo, passo dopo passo.

Strategia ed analisi fondamentale

Per investire sfruttando al massimo i dati macro economici è necessario conoscere i fondamenti dell’analisi fondamentale, una disciplina che insieme all’analisi tecnica costituisce i capisaldi fondamentali dell’intero mestiere del trader, sia online sia offline.

Ma come può aiutarti l’analisi fondamentale nell’attività di investimento? È proprio quello che vogliamo proporti qui nel nostro elaborato dedicato alla spiegazione di questa ottima strategia. Oggi è molto difficile che chi opera in questo settore possa permettersi di non conoscere l’analisi fondamentale.

Questa disciplina, nella sua forma più comune, viene utilizzata prettamente per fare l’analisi del mercato azionario. Chi è interessato ad investire in quel settore e desidera farlo con criterio deve effettuare l’analisi approfondita delle aziende quotate in borsa per capire quale sia il loro stato di salute e controllandone ogni aspetto. Alla fine dell’analisi si traggono delle conclusioni e dei giudizi che saranno in grado di orientare le persone nelle prossime decisioni di investimento. Allargando però il contesto di analisi si può pensare a questa disciplina come qualcosa che aiuta ad analizzare e capire anche e soprattutto la macro economia trasformando i risultati degli studi in un’arma in più per gli investitori, anche i piccoli traders come te!


Strategia dati macro economici ed i market movers

I mercati finanziari su cui ogni trader di borsa che opera online si trova ad investire funzionano come un unico grande organismo, proprio quasi come un corpo umano vero e proprio. Le piccole crisi o problematiche che investono una parte del corpo potrebbero presto avere una ripercussione anche sul resto dell’organismo, allo stesso modo quando le cose vanno particolarmente bene per un’area, i benefici si estendono anche alle altre aree, favorendo in questo modo il benessere generale dell’intero corpo.

Il mercato ha le sue leggi. In parte queste furono già individuate dal grande Dow a cui dobbiamo molto specialmente per l’analisi tecnica, ma ci sono leggi che vanno anche oltre le osservazioni tecniche e che ci parlano dei mercati come di luoghi dove anche le decisioni politiche hanno un grande e duraturo effetto, dove gli accadimenti sociali possono decidere le sorti degli avvenimenti futuri e dove anche le catastrofi climatiche possono ingenerare ripercussioni gravi su tutto il resto del sistema senza che le persone comuni possono anche solo rendersene conto.

Cosa osservare con particolare attenzione?

I Market Movers sono una prima serie di fattori ai quali è necessario guardare con particolare attenzione quando si intende investire con la strategia dei dati macro economici. In italiano essi vengono detti anche “indicatori economici”. Gli analisti che sfruttano l’analisi fondamentale per la loro attività di trading vengono detti fondamentalisti, e sono per l’appunto quelli che si concentrano sull’impatto macro economico nell’organizzare e pianificare la loro attività di investimento.

Nel prosieguo del nostro elaborato vogliamo quindi andare a presentarti quelli che sono dati macro economici più importanti, conoscendo bene gli indicatori economici e la loro funzione puoi avere idee di quali informazioni raccogliere, quali media seguire e quali conclusioni trarre dai dati che hai raccolto. Tutto quello che entra a far parte del nostro elenco rappresenta un fattore importante che non può essere trascurato da chiunque si interessi di trading online. I dati relativi agli indicatori economici vengono rilasciati a scadenze ben precise tanto che esistono dei calendari sempre aggiornati a riguardo.

Sono nato imprenditore ma devo ammettere che il trading mi ha aperto la mente, prima lasciavo che i miei risparmi fossero gestiti dalla mia banca, con interessi davvero ridicoli…oggi posso dire di ottenere il massimo grazie al trading online.

ENRICO

Albergatore

Approfitta dei corsi di Markets.com, puoi cominciare con 25€ di offerta iscrizione e testare la piattaforme di trading! Inoltre Markets.com mette a disposizione utili strumenti al trading come trend traders e eventi trading +++

APRI UN CONTO!

Nell’elenco che segue trovi gli indicatori economici principali, in seguito vediamo come sfruttarli nell’ambito di una strategia di trading vincente e ben congegnata che non avrai alcuna difficoltà a mettere in pratica:

  • Il Prodotto interno Lordo: la parola Pil è una di quelle che entrata nella vita di tutti noi almeno una volta grazie a TV telegiornali, notizie e qualsiasi altra fonte. Essa sta per prodotto interno lordo e consiste in un indicatore macro economico fondamentale, uno dei più importanti che si conoscono e forse il più influente in assoluto. Il Pil è un dato che viene comunicato sotto forma di una certa percentuale, infatti si dice sempre che il Pil è del + 1% o 1,3 o 10% per chi è molto fortunato, e così via. Insieme al dato del Pil attuale che riguarda le aspettative di crescita di una economia, viene restituito anche il dato precedente per lo stesso periodo così da capire se esso sia in crescita o in diminuzione rispetto al passato. La crescita è tutto per uno Stato moderno ad essa è associato il benessere economico di conseguenza quando il Pil non cresce non si tratta di una buona notizia che va oltretutto ad impattare in maniera ancora più negativa i mercati finanziari relativi e più o meno direttamente correlati. I Dati del Pil vengono pubblicati su base trimestrale.
  • Dati sull’occupazione: anche i dati relativi all’occupazione rivesto un’importanza non indifferente e dovrebbe essere piuttosto semplice immaginare il perché. Questi dati ti parlano della situazione occupazionale in una data nazione e quindi riguardano il numero di persone occupate, quelle disoccupate e quelle che invece sono in cerca di un impiego. Stabilire lo stato di salute di un’economia passa anche di qui, in genere quando le cose vanno in maniera negativa i dati sull’occupazione sono scoraggianti e la disoccupazione si presenta in aumento. Quando in uno Stato ci sono troppe persone senza occupazione questo significa che il governo deve farsi carico di molte persone con il solo assistenzialismo, mentre chi è occupato, lavora, paga le tasse e produce reddito ed entrate per se e per lo stato. In genere quanto più vicino allo zero è il numero della percentuale di disoccupati in una nazione tanto meglio sarà per la sua economia in generale, per questo insieme al Pil questo indicatore è da ritenersi determinante. Le persone disoccupate non godono di potere d’acquisto e nel bilancio dello stato si trovano tutte alla voce “uscite” senza apportare alcun beneficio.
  • Dati sull’inflazione: l’inflazione, molte volte avrai sentito dire questa parola senza comprenderne pienamente il significato, ma quello che vuole indicare in realtà è presto detto. Con inflazione si intende un aumento eccessivo e prolungato dei prezzi dei beni di consumo che a lungo andare causa una forte svalutazione della moneta di uno stato e del suo potere d’acquisto. Quindi per calcolare l’inflazione viene utilizzato l’indice dei prezzi al consumo che indica la variazione dei prezzi al dettaglio di tutti quei beni più largamente consumati, ad esempio puoi pensare ai beni di prima necessità come il pane, la pasta ed il latte, per esempio nel nostro Paese parliamo dei beni principali che vengono consumati. Data l’influenza dell’inflazione che essa esercita direttamente sul potere d’acquisto della valuta corrente è chiaro che anche le quotazioni della stessa sul mercato Forex ne subiscono grandi ripercussioni e quindi anche tutte le altre valute che si trovano coinvolte nella coppia, come ad esempio nel caso dell’EUR/USD che comprende l’euro dell’Unione ed il dollaro degli Stati Uniti D’america.
  • Dati sulla bilancia dei pagamenti: questa “bilancia” riguarda i conti delle casse dello stato relativi alle entrate ed alle uscite derivanti dall’import e dall’export, in questo senso lo stato va ritenuto alla stregua di una vera e propria azienda che ha necessità di tenere sotto stretto controllo il rapporto tra in denaro che si trova in fase di entrata e di uscita dalle casse. In pratica lo stato eroga beni e servizi all’estero e riceve in cambio dei pagamenti il cui totale deve essere conteggiato nelle entrate. Al contrario lo stato è tenuto anche ad importare beni e servizi di varia natura per soddisfare una domanda interna che altrimenti non troverebbe risposta qualora manchi all’interno della nazione stessa la capacità di produrre quei dati beni e servizi. Ad esempio l’Italia è tenuta ad importare quasi il 90% dell’energia che viene consumata a causa del fatto che è un paese povero di materie prime. Questo va ad influire negativamente sulla bilancia dei pagamenti.
  • Decisioni politiche e fiscali: i traders poi devono prestare particolare attenzione anche a tutte quelle notizie che riguardano le decisioni in materia di politica economica e fiscale che vengono prese dai governi. I governi infatti hanno il potere di influenzare fortemente le performance economiche con le manovre finanziarie che intraprendono, ad esempio avrai certamente sentito parlare della famosa legge finanziaria che è quella atta a determinare la politica economica di una nazione per i successivi 5 anni. Continuamente vi è la necessità di cambiare leggi ed ordinamenti allo scopo di rinnovarsi, tutte le decisioni che vengono prese dai politici sono destinate ad avere ripercussioni serie sulla stima di tutti gli altri dati citati in precedenza, quindi è importante non sottovalutare mai le notizie di politica economica e monetaria che vengono emesse quotidianamente se sai che possono influenzare l’andamento dei mercati finanziari dove ti piace investire.

Strategia dati macro economici per investire in borsa

Abbiamo appena finito di analizzare tutti i dati necessari a sfruttare la nostra strategia, ma non temere non dovrai diventare un esperto di dinamiche economiche mondiali per sfruttare la strategia in questione ed ora ti spieghiamo il perché.

Lo strumento di cui devi avvalerti per investire in borsa con la strategia dati macro economici è il calendario economico, questo strumento facilmente reperibile online riporta tutte le date precise nelle quali è previsto il rilascio di notizie importanti per gli indicatori macro economici, grazie ad esso quindi la vita del trader si fa più semplice e l’attività di investimento più veloce. Non solo puoi consultare a colpo d’occhio l’arrivo previsto di tutte le notizie che come trader ti interessano moltissimo, ma puoi al contempo controllare, laddove viene fornito questo servizio, anche le stime previste per indicatori simili a quelli di cui abbiamo parlato in precedenza. In questo modo quando la notizia viene rilasciata potenzialmente saprai sempre in anticipo come devi comportarti per fare un investimento.

Grazie al rilascio previsto delle notizie quindi i traders possono partire da una posizione di vantaggio per operare i propri investimenti. Molto spesso a causa del fatto che ci si aspetta già alcune reazioni a dei dati e delle notizie i mercati è come se partissero prevenuti e non generino alcun movimento particolare quando la notizia viene rilasciata, ma può anche accadere che essi si comportino al contrario di come ti aspetteresti. Quello che più conta in ogni caso, è che gli investitori che vi operano nella maggior parte dei casi rispettano le previsioni e reagiscono quasi sempre in uno stesso modo facilmente prevedibile.

Non credevo di essere portato per il trading, il mio mestiere è completamente diverso, ma seguendo il corso di trade.com ho cominciato a capire come funzionano i mercati ed oggi il trading è diventata la mia seconda attività.

FEDERICO

Psicologo

INVESTI IN BORSA CON TRADE.COM INIZIANDO DA UN CONTO DEMO GRATUITO, UN PACK FORMAZIONE COMPLETO E UN'OFFERTA ISCRIZIONE DI 25€

APRI UN CONTO!

Come investire con il calendario economico

Per basare le tue operazioni sul calendario economico non devi fare altro che scegliere un determinato asset che ti interessa per investire, magari perché ti sembra particolarmente conveniente oppure più semplice da prevedere, come accade per la coppia di valute del Forex EUR / USD. Una volta selezionato un asset non devi iniziare subito ad impiegare il tuo capitale di trading perché ancora non conosci quali effetti hanno le notizie sul tuo asset. La cosa migliore da fare dunque è prendere nota dell’effetto o degli effetti che le notizie principali hanno avuto sul sottostante che ti interessa e la prossima volta che saranno pubblicate quindi, sarai già pronto ad immetterti dalla parte giusta del mercato.

La strategia può essere utilizzata in maniera eccellente per investire sul medio termine sia con le opzioni binarie o anche con il sistema dei CFD. Se le notizie, positive o negative che siano, saranno in grado di generare nuove tendenze di mercato potrai sfruttarle fino al termine guadagnando cifre da capogiro con i contratti per differenza. Con le opzioni binarie invece scegliendo il giusto arco temporale di riferimento ed una scadenza adatta puoi scegliere di investire con diverse tipologie opzioni sia di medio termine sia di lungo termine, come le opzioni binarie one touch o touch no touch che ti garantiscono fino al 600% di rendimenti sul capitale investito in una sola operazione.


Quando entrare a mercato?

Con questa strategia come puoi capire quale sia il momento giusto per entrare a mercato con le probabilità a favore? Se non conosci alla perfezione quale potrebbe essere la reazione dei mercati al rilascio dei dati e delle notizie non ti resta che attendere in agguato sino al momento in cui il prezzo non comincia muoversi con più decisione verso la nuova tendenza di mercato per poi incanalarti anche tu. Dal momento del rilascio di una notizia devi sempre aspettare alcuni minuti prima di acquistare la tua opzione binaria o fare il tuo ingresso con i CFD. Questo è il tempo utile a capire se effettivamente i mercati hanno scontato la notizia oppure sono ancora fermi ed in attesa.

Uno dei vantaggi fondamentali della strategia in questione è quello che ti permette di rischiare poco o nulla perché non devi muoverti finché non conosci il riscontro che la notizia causerà sul mercato di riferimento. Imparare il momento giusto per fare ingresso a mercato è fondamentale e ti aiuterà ad incrementare i profitti.

Ecco riassunti di seguito i 6 passi da seguire per applicare la nostra strategia:

  1. Consulta il calendario: scegli bene la fonte che ti mostra il calendario macro economico e fai in modo che sia affidabile ed uno strumento professionale dove studiare le notizie ed i dati più importanti.
  2. Consultato spesso: una volta trovato il tuo calendario di fiducia che molto spesso viene offerto direttamente dal tuo broker di trading online ricordati consultarlo spesso almeno una volta a settimana per controllare quali eventi sono previsti. Le notizie ed i dati, vedrai, saranno molti quindi fai una cernita e scegli soltanto quello dagli esiti più sicuri e controllati.
  3. Scegli notizie importanti: non tutte le notizie sono in grado di generare movimenti dei prezzi importanti è quindi necessario che tu selezioni soltanto quelle in grado di infervorare la volatilità dei mercati, la migliore condizione per investire.
  4. Osserva i grafici: una volta individuata la notizia e l’asset dove vuoi investire ricordati di osservare bene il grafico sul quale stai per operare e cerca di comprendere se il prezzo abbia iniziato effettivamente a subire gli effetti del rilascio della notizia.
  5. Imposta il time frame: cerca di operare su un arco temporale del grafico che non sia inferiore a quello in H1 e quindi per le opzioni binarie devi scegliere scadenze orarie o superiori.
  6. Conferma con l’analisi tecnica: per aumentare di molto le tue possibilità di successo puoi ricevere conferma ai segnali già ottenuti con l’analisi fondamentale con i dati provenienti dall’analisi tecnica i quali saranno capaci di farti comprendere se vale la pena o meno gettarti nella mischia.

Conclusioni e gestione del denaro

La strategia può essere molto efficiente semplicemente perché si basa su dati oggettivi. Le notizie ci sono e sono in grado di causare forti scossoni nell’ambito delle situazioni di mercato che ti capita da osservare, non si tratta quindi di congetture ma di dati reali sui quali puoi basarti per operare, sarà poi l’esperienza a suggerirti immediatamente quali operazioni effettuare e quali invece dovresti evitare.

Per avere successo negli investimenti ricorda inoltre che per quanto questa strategia possa essere considerata vincente non devi mai e poi mai assumerti rischi troppo elevati nel metterla in pratica perché questo potrebbe comunque essere controproducente. Non esiste una strategia efficace in tutti i casi ed i mercati possono sempre sorprenderti quindi ricorda di investire molto poco in ogni operazione e mai cifre superiori al 5% del totale del tuo capitale depositato presso il broker. A noi non resta che augurarti buon trading con la strategia dati macro economici.

MIGLIORI BROKERS PER INVESTIRE IN BORSA

PLUS500

  • DEPOSITO MINIMO: 100€
  • CONTO DEMO: SI
  • TRADING CRIPTOVALUTE: SI
  • COMMISSIONI: 0
  • REGOLATORE: CYSEC
APRI UN CONTO!

ETORO

  • DEPOSITO MINIMO: 200€
  • CONTO DEMO: SI
  • TRADING CRIPTOVALUTE: SI
  • SOCIAL TRADING: SI
  • REGOLATORE: CYSEC
APRI UN CONTO!

TRADE.COM

  • DEPOSITO MINIMO: 100€
  • CONTO DEMO: SI
  • TRADING CRIPTOVALUTE: SI
  • OMAGGIO: 25€
  • REGOLATORE: CYSEC
APRI UN CONTO!

MARKETS.COM

  • DEPOSITO MINIMO: 100€
  • CONTO DEMO: SI
  • TRADING CRIPTOVALUTE: SI
  • OMAGGIO: 25€
  • REGOLATORE: CYSEC
APRI UN CONTO!

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

BROKER MIGLIORI PER INVESTIRE IN BORSA

markets.com
DEPOSITO MINIMO: 100€ 
CONTO DEMO: SI
OFFERTA ISCRIZIONE: 25€
CRIPTOVALUTE: SI
OFFERTA VAI AL SITO!
xtrade
DEPOSITO MINIMO: 100€ 
CONTO DEMO: SI
OFFERTA ISCRIZIONE: 25€
CRIPTOVALUTE: SI
VANTAGGI VAI AL SITO!
bdswissintireinborsa
DEPOSITO MINIMO: 50€
CONTO DEMO: SI
VANTAGGI: Formazione + Copy Trading + Conto VIP + Segnali trading
CRIPTOVALUTE: SI
VANTAGGI VAI AL SITO!
broker-etoro
DEPOSITO MINIMO: 200€
CONTO DEMO: SI
VANTAGGI: Social trading e Copy fund
CRIPTOVALUTE: SI
VANTAGGI VAI AL SITO!
broker-plus500
DEPOSITO MINIMO: 100€
CONTO DEMO: SI
VANTAGGI: O COMMISSIONI
CRIPTOVALUTE: SI
VANTAGGI VAI AL SITO!
Plus500 CY Ltd è autorizzata e regolamentata dalla Cyprus Securities and Exchange Commission. CFDs are leveraged products - Your capital is at risk.

Brokers popolari per iniziare ad investire in borsa

bon25sidemarkets

Investi in Borsa sulle Materie Prime

plus500

Giocare in Borsa > Piattaforme trading professionali

eToro, broker per il social trading di borsa

Investire in borsa con le opzioni binarie

negoziaopzioniplusside

Materiale didattico per iniziare ad investire in Borsa