Investire in Borsa sulla Canapa

Si può investire in canapa anche in Italia? Oppure date le leggi ancora molto restrittive dall’Italia dovremo per ora passare la mano?

In realtà si può. Ed è proprio per questo motivo che abbiamo realizzato questa guida. Una guida che ti spiegherà per filo e per segno per quale motivo dovremmo appunto dirigerci verso il trading online e verso i mercati finanziari anche per questo specifico settore.

La canapa, o cannabis che dir si voglia, è stata legalizzata anche per scopi ricreativi in diversi paesi del mondo e, cosa molto più importante per chi investe, in diversi stati degli USA.

Il che vuol dire che esiste un mercato ancora più florido, che non gira intorno soltanto alla canapa per uso medico. Un mercato in fortissima crescita, come testimoniano d’altronde le attenzioni anche di quei gruppi che scelgono solo il migliori titoli per i propri clienti.

Investire in borsa sulla Canapa - IMG by ©Investireinborsa.org
Investire in borsa sulla canapa è possibile? Guida al trading

Su eToro (qui in demo gratuita per fare le prove) puoi scegliere in completa autonomia i migliori titoli azionari a tema canapa, nonché scegliere anche dei CopyPortfolios che includono tutti i migliori titoli del settore.

Non è ovviamente l’unica possibilità che abbiamo a disposizione. E avremo bisogno anche di una buona strategia. Di tutto questo avremo modo di parlare nel corso della nostra guida di oggi.

Una guida che ci permetterà di conoscere più da vicino quali sono i numeri che circolano in questo settore.

Investi in Canapa? Bene, ma fallo con gli intermediari giusti

Partiamo con una premessa che a molti dei nostri lettori sembrerà forse lapalissiana, ma che invece dobbiamo necessariamente rinforzare con tutta la forza mentale e fisica che abbiamo.

Puoi decidere di investire in borsa su qualunque tipo di settore e capiamo sicuramente che la canapa sia per te uno dei più interessanti del momento.

Quello che non devi mai dimenticarti di fare è di andare a investire sempre e comunque con dei buoni broker.

PIATTAFORME PER INVESTIRE

Tutti i broker che abbiamo appunto selezionato sono broker che permettono a tutti di investire in un ambiente sicuro e regolamentato.

Sono tutti broker che hanno una licenza europea e che offrono ottime condizioni di trading. Li abbiamo analizzati uno per uno e per questo motivo pensiamo di poterli consigliare, senza alcun timore, ai nostri affezionati lettori.

Partire per un’avventura nel mondo degli investimenti vuol dire innanzitutto portarsi dietro quelli che sono i migliori strumenti che abbiamo effettivamente a disposizione.

Come può essere nel caso dei broker che abbiamo appena citato.

Investire in cannabis? Certo. Ma sempre con broker solidi come il già citato oppure Investous (eccellenza per questo investimento).

Che vuol dire investire in canapa?

Anche questa potrà sembrare una domanda dalla risposta lapalissiana, almeno a chi tra i nostri lettori si sente più sveglio.

Ma dobbiamo comunque fare queste precisazioni, perché magari non tutti coloro i quali sono arrivati su questa pagina, hanno esattamente idea di quello che stiamo dicendo.

Si può investire ovviamente in tanti modi in canapa. Si può pensare di acquistare terreni, ottenere licenze, e coltivarne varietà senza THC (come si può fare in Italia). SI possono comprare partecipazioni in aziende che la trattano.

Oppure ci si può rivolgere a broker che offrono tutte le migliori azioni a tema cannabis, come Investous, per avere un intermediario che ci permetta di puntare sulla canapa anche a livello di mercati finanziari.

Siamo davanti a tantissime ottime scelte potenziali. Anche se, come avremo modo di vedere più avanti nel corso della nostra guida di oggi, avremo sicuramente da guadagnarci nello scegliere un mercato finanziario, rispetto alle modalità se vogliamo classiche.

Investire in canapa, nel seguito di questa guida, vorrà dire innanzitutto andare ad investire nei mercati finanziari e dunque nelle aziende che sono coinvolte in questo commercio.

Ce ne sono diverse, così come ci sono diversi broker che ti permettono di acquistare questo tipo di azioni.

E se vuoi partire subito con il turbo, magari senza rischiare neanche 1 euro dei soldi che andrai a versare, ti consigliamo di considerare un conto demo con Trade.com, broker di grandissimo spessore che permette di accedere a tutti i principali mercati del mondo, compreso appunto quello delle azioni di questo settore.

Perché preferiamo il mercato finanziario per investire in cannabis?

Questa potrebbe sembrare per molti nostri lettori una scelta incomprensibile, perché magari stavano sognando di aprire un negozio che venda cannabis neutralizzata (questo il limite in Italia).

In realtà ci sono diversi motivi che ci spingono a consigliare appunto proprio la compravendita di azioni, nonché magari la scelta di qualche portafoglio strutturato proprio su questo tipo di prodotti.

Una scelta che siamo ovviamente disposti ad esplicitare per i nostri lettori. Cosa che faremo da subito.

L’investimento finanziario è liquido

Che vuol dire che è liquido? Vuol dire che potrai dismettere il tuo investimento nel giro di pochi secondi. Scegliendo infatti un buon broker CFD avrai di fronte un banco sempre disposto a riacquistare le tue azioni.

Il che si traduce nella possibilità di poterti ritirare dal tuo investimento in qualunque momento.

Un vantaggio sicuramente non da poco per chi investe capitali, che siano grandi o piccoli.

Scegliendo di operare ad esempio con eToro (che qui puoi testare in demo), avrai la possibilità di investire contro un banco che acquista sempre i titoli indietro ai prezzi di mercato. Oppure ancora di comprare azioni direttamente e dunque di lanciarti sul mercato dei titoli reali.

Una possibilità che è nettamente superiore a quella offerta dall’investimento fisico in cannabis perché:

  • Aprire un negozio vuol dire legarsi a doppio filo al suo andamento, che potrebbe essere buono o meno buono. Liberarsi di un’attività che sta andando male poi diventa estremamente complicato;
  • Coltivare vuol dire ottenere tutta una serie di autorizzazioni e soprattutto di certificati, che sono molto costosi e che rendono lavorare in questo settore spesso un incubo. Anche vendere un terreno coltivato poi è molto più difficile che vendere appunto un titolo finanziario.

Sono due motivi che ci fanno propendere verso il proporre ai nostri lettori di scartare a prescindere queste possibilità.

E se non ti rendi conto di cosa voglia dire andare ad investire in cannabis con i mercati finanziari, ancora una volta una buona demo come quella di IQ Option ti permette di investire ad ottime condizioni:

  • Per la demo hai 10.000 euro di capitale virtuale: con il quale testare ogni tipo di strategia tu abbia in mente, che si tratti appunto di una strategia di breve o di lungo periodo;
  • Con soli 10 euro puoi aprire un conto di trading con capitale reale: mentre per investire in terreni avresti bisogno di migliaia di euro;
  • Puoi aprire posizioni a partire da 1 euro: il che vuol dire che anche con capitali ridotti potrai costruire dei portafogli molto complessi.

Non sono però questi gli unici motivi che ci fanno preferire l’investimento in canapa tramite i migliori broker come i seguenti:

PIATTAFORME PER INVESTIRE

Nota importante: questi broker sono stati scelti dalla redazione di Investireinborsa.org dopo una serie di innumerevoli test di affidabilità.

Investire finanziariamente vuol dire avere maggiori strumenti

Aprire un negozio è una questione lineare. È lineare anche il modello di business, anche se, quando non hai grossa esperienza alle spalle, ti troverai purtroppo in difficoltà a valutare gli interventi, gli incassi, le possibilità effettive di guadagno.

I mercati di azioni e di titoli invece sono estremamente più semplici sotto questo aspetto. Perché ti permettono di avere a disposizione dei grandi strumenti per investire. Strumenti e piattaforme come MetaTrader di Investous che è una piattaforma professionale, la preferita da tutti i grandi trader.

Con strumenti del genere investire nei mercati di azioni diventa enormemente più facile e sicuro. Nonché avremo la possibilità di analisi approfondite sull’andamento del nostro investimento in un solo click.

Investire fisicamente in canapa in Italia? Burocrazia, rischi e problemi

Investire in un negozio che venda prodotti alla canapa anche se neutralizzati è sempre un rischio. Il parlamento è intervenuto su questa categoria di prodotti tantissime volte e spesso si è lasciata una grande libertà alla polizia di chiudere e sequestrare.

Non nascondiamo che a queste condizioni non possiamo che ritenere l’investimento in canapa o cannabis estremamente rischioso in Italia, almeno sotto questo profilo.

Quando invece scegliamo un broker che sia effettivamente in grado di offrirci ottime condizioni di trading, siamo sicuri di investire con prodotti sicuri e sui quali davvero nessuno riesce a mettere le mani, a livello legale.

Perché siamo appunto nel massimo della legalità.

Prova tu stesso, magari in demo, con un broker come Trade.com (qui per la demo), broker di grandissima qualità che offre appunto anche tanti titoli legati al mercato della cannabis.

Le tasse ti mangeranno: mentre sui titoli della canapa paghi solo il 26%

Chiedete a chiunque abbia un’attività commerciale. Investire in qualunque settore è un disastro, perché tra previdenza, tasse, affitto, etc. si finisce per spendere tutto quello che è in cassa.

Gli investimenti finanziari sulla canapa, come tutti gli altri investimenti finanziari, in realtà sono tassati “poco”.

Pagherai soltanto il 26% sulle plusvalenze, mentre non avrai da pagare nulla se il tuo investimento non andrà a buon fine.

Ancora una volta, sempre una demo di qualità come quella di eToro può farti rendere conto di che cosa succede quando investi, anche a livello di tasse. E ti renderai conto che di 1 euro guadagnato, il grosso rimarrà nelle tue tasche, non come succede con le attività fisiche.

I migliori broker per investire in cannabis/canapa

Abbiamo capito perché conviene investire sui mercati finanziari in questo tipo di attività. Ma con quali farlo?

Dopotutto ti basta fare una rapida ricerca online per renderti conto di come ci siano migliaia di broker attivi soltanto in Europa.

Ci abbiamo pensato noi per te: perché appunto potrai così sfruttare soltanto i migliori.

Li abbiamo selezionati 1 per 1, perché li abbiamo testati in primissima persona, con i nostri denari e possiamo essere assolutamente certi della loro affidabilità.

Se non sai ancora quale scegliere, puoi affidarti anche ad una demo gratis. Tutti i broker di questa lista te la offrono e ti permettono di sfruttare il capitale virtuale per andare ad operare senza rischi mentre provi le tue strategie.

Broker letteralmente di un altro mondo. Rispetto almeno alla media (molto bassa) che viene fornita dalle banche.

Il CopyPortfolio di eToro dedicato alla cannabis

Siamo davanti ad un broker che non è più un mistero per i nostri lettori. Ed è per questo che ci sentiamo anche di segnalare uno straordinario CopyPortfolio di questo gruppo, che contiene tutte le migliori azioni del settore, ovvero, CannabisCare.

Si tratta di un portafoglio per il 50% esposto sugli USA, per il 40% sul Canada e per il restante 10% su UK. Il che vuol dire che avrai a disposizione anche quella che è una minima diversificazione, almeno per paese.

Puoi testarlo anche in demo, qui con eToro, anche con il capitale virtuale che ti mette a disposizione.

Tutte le migliori azioni del settore Cannabis sono anche su Investous

Non parleremo soltanto di portafogli da copiare, caratteristica che comunque è molto interessante tra quelle che sono appunto offerte dai migliori broker.

C’è anche ovviamente la possibilità di investire direttamente nelle azioni del settore. Azioni che potrai andare a scegliere una ad una e inserire anche in un portafoglio magari non tematico.

Investous ti offre questa possibilità, il che vuol dire poter avere accesso a tutti i titoli e scegliere in assoluta autonomia quello che può fare maggiormente al caso nostro.

Tra le azioni che vanno sicuramente segnalate, tra quelle presenti su questo broker e sugli altri che abbiamo appena segnalato ci sono:

  • Aurora
  • AbbVie
  • Aphria
  • Cara Therapeutics
  • Corbus
  • Cronos
  • Insys
  • Scotts Miracle
  • Zynerba

Conclusioni e opinioni finali: conviene investire in canapa oggi?

Non è una decisione che possiamo prendere al posto tuo. Come sempre infatti ti lasciamo assolutamente libero di individuare quelle che sono le migliori strategie da implementare con il tuo portafoglio.

Ci limitiamo a fornirti le indicazioni giuste e gli intermediari che possono rendere reale il tuo sogno di diventare investitore nel settore della canapa.

Non fidarti mai dei guru che vogliono proporti questo o quell’investimento: han sempre da guadagnarci e non condividono gli stessi tuoi obiettivi.

Stanne alla larga. Perché non può davvero venirne nulla di buono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *