Imparare la borsa: 7 punti fondamentali

Si può imparare la borsa? Oppure è soltanto una questione di fortuna, come vogliono quelli che in realtà di borsa non capiscono nulla?

C’è davvero la possibilità di investire in borsa capendo quello che stiamo facendo? Oppure è soltanto un miraggio, una questione che viene messa in mezzo da sedicenti guru che vogliono soltanto venderti il loro corso?

Vediamolo insieme, perché noi la pensiamo diversamente. Pensiamo, passateci la locuzione forse impropria sotto il profilo grammaticale, che si possa imparare la borsa.

Imparare la borsa - IMG by ©Investireinborsa.org
Imparare la borsa, i nostri 7 punti fondamentali per iniziare

In questa guida vedremo insieme 7 punti fondamentali per farlo, 7 punti che ci permettono di investire al top la nostra risorsa più importante, il nostro tempo.

Non ti porteremo via molto tempo, proprio perché sappiamo che è importante.

Ti consigliamo, se vorrai renderti conto di quello che vogliamo farti capire da subito, di aprire una demo gratis con eToro, una demo gratis con capitale virtuale.

Perché per imparare come funziona la borsa c’è bisogno anche e soprattutto di tanta, tanta esperienza.

Importante premessa… aspetta un minuto del tuo prezioso tempo prima di continuare con la lettura e lo scroll di questa pagina.

Osserva subito la tabella qui sotto. Mette in evidenza quelle che sono le migliori piattaforme per investire in borsa online oggi.

PIATTAFORME PER INVESTIRE

Nota importante: I broker per investire in borsa che trovi menzionati su Investireinborsa.org rispondono a tutte le caratteristiche idonee affinchè possano esser ritenuti migliori… ovvero:

  1. Regolamentati;
  2. Sicuri;
  3. Affidabili.

Ed ora sei pronto a scoprire i 7 punti chiave per imparare la borsa? Bene, iniziamo!

1. Non fidarti di nessuno, ma solo delle tue conoscenze e del tuo istinto

Ti sembrerà strano che ti parliamo del non fidarti di nessuno, proprio adesso che ti stiamo chiedendo di starci ad ascoltare.

La differenza tra noi e chi ti propone questo o quell’investimento è che non ti stiamo indirizzando verso un titolo e non ti stiamo chiedendo commissioni.

Sai perché la banca, non appena i tuoi risparmi crescono un po’, diventa la più disponibile del mondo? Perché sa che ti stai guardando intorno e che sei alla ricerca di qualche investimento.

E vorrà sicuramente proporti dei prodotti capestro, di quelli che appunto fanno guadagnare solo loro.

Allora ripeti insieme a noi: non devi fidarti di nessuno, nemmeno della tua ombra. Dovrai acquisire informazioni concrete e muoverti secondo quanto la tua testa e la tua pancia ti diranno.

Non ovviamente senza farti le ossa. Quello che ti proponiamo è di aprire subito un conto demo a costo zero con Capital.com, un broker di grande qualità, che non ti costa nulla e che potrai utilizzare come tua palestra per gli investimenti, per imparare la borsa e per imparare a muoverti con il tuo capitale.

2. La formazione è importante ed è il miglior investimento che puoi fare per imparare la borsa

La formazione è quanto di più importante c’è per imparare ad investire in borsa. Non parliamo ovviamente di università (non abbiamo mai visto un laureato presentarsi sul mercato e fare milioni).

Parliamo di una formazione specifica, che spesso è offerta appunto proprio da chi ti offre anche le migliori piattaforme per investire.

Un esempio? Trade.com ti offre una serie di video, che sono il top per imparare i concetti di base, quelli che sono appunto di primissimo livello per capire come funzionano i mercati.

Quanto tempo dovrai dedicare alla formazione? Tutto quello che sarà necessario. Perché appunto non c’è modo di migliorare il proprio modo di fare trading che assimilare a fondo questi concetti.

Una volta che li avrai assimilati, potrai ovviamente muoverti verso conoscenze più approfondite, quelle di chi ha imparato la Borsa.

3. Sempre lontani da guru, falsi maghi e profeti

Il settore finanziario, dopo quello strettamente religioso, è forse quello più colpito da un fenomeno molto particolare. Come se ci fosse una sindrome di Gerusalemme che pervade il settore, ogni giorno a decine si svegliano e si improvvisano profeti.

C’è chi dice di aver trovato il sistema perfetto per farti vincere in borsa, c’è chi invece mette in piede falsi broker con sedicenti algoritmi per il trading che ti permettono da guadagnare da casa senza saperne davvero nulla di borsa.

Non servirebbe neanche sottolineare il fatto che siamo davanti a ciarlatani e imbonitori, dei pessimi soggetti che, senza alcuno scrupolo, vogliono metterti le mani in tasca.

Non hai nulla da imparare da chi ti dice di non imparare niente, perché non serve.

Imparare in borsa serve, così come un percorso di formazione si può abbinare alla pratica. Oppure anche a piccoli investimenti che non ti mandino sul lastrico. IQ Option ti permette di investire anche soli 10 euro.

Qualcosa di mai visto prima sui mercati. È questa la vera rivoluzione del settore, altro che guru, corsi e altra paccottiglia che purtroppo affolla Facebook.

4. I libri sul trading? Usali, ma con parsimonia

Un discorso a parte meritano i libri sul trading. Sì, perché purtroppo anche in questo caso siamo davanti a quelli che sono degli artifici, delle cose messe in piedi da tanta gente che sui mercati non ha mai investito e che in una borsa non ha mai messo piede.

Ti basta scorrere una qualunque lista su Amazon per renderti conto di quanto sul trading sia stato scritto tutto e il contrario di tutto.

Perché appunto ognuno al mattino può svegliarsi e scrivere un libro sul trading e sulla borsa, proponendoti percorsi che non hanno appunto alcun tipo di senso.

Imparare la borsa non vuol dire leggere libri a profusione. Ma vuol dire scegliere con cura le fonti dalle quali abbeverarsi di conoscenza.

Perché appunto c’è una grossa differenza tra l’imparare a fare trading con il social trading di eToro (puoi approfondire qui di che cosa si tratta), che appunto ti permette di vedere come si muovono gli altri trader che effettivamente investono in borsa.

5. Si alla pratica, sempre, anche quando pensi di aver imparato la borsa

Non ci stancheremo mai di ripeterlo. La pratica è quanto di più indicato per imparare la borsa. Perché?

Perché una pratica fatta in modo corretto, con una replica perfetta del mercato, ti permette di andare a comprendere più di tanti libri e di tanti corsi come funziona davvero il mercato.

Oggi hai una grande fortuna. Una fortuna che quelli prima di te potevano soltanto sognare. Quale?

Puoi accedere a decine di diversi conti demo, tutti con capitale virtuale, che ti permettono di operare in borse reali, senza rischiare appunto neanche 1 euro del tuo capitale.

Che vuol dire questo? Vuol dire che potrai investire in assoluta libertà (anche con la libertà di sbagliare), per avere a disposizione quelli che sono veri strumenti di trading:

  • Mercati: puoi avere accesso alla borsa azioni, al mercato del Forex, a quello delle criptovalute, nonché agli indici e a tanti altri settori. Puoi fare pratica su più di 2.200 titoli con Trade.com qui, gratis;
  • Piattaforme: puoi avere a disposizione, sempre per fare pratica, le piattaforme che sono utilizzate davvero dai professionisti per fare trading. Qui ad esempio hai il top, MetaTrader offerto da Capital.com, sempre gratis, per cominciare a capire anche come funzionano i software più utilizzati per fare trading;
  • Strumenti: come la vendita allo scoperto e la leva finanziaria, che puoi testare sempre gratis, qui, con IQ Option. Sono anche questi strumenti di qualità, utilizzati dai migliori professionisti, che ti permettono di operare appunto massimizzando i profitti. Fare pratica per usarli vuol dire avere a disposizione un autentico mondo di opportunità, che gli altri che seguono guru e fantomatici maghi si sognano;
  • Servizi avanzati: come il Copy Trading di eToro, dove puoi seguire 1:1 i migliori investitori, imparando da loro, senza alcun tipo di costo aggiuntivo.

Oggi puoi fare pratica in qualunque campo dello scibile finanziario e umano. Perché non sfruttare questa ottima opportunità?

6. Non si smette mai di imparare la borsa

Ci avviciniamo alla chiusura sottolineando quella che è un’ovvietà per i professionisti, ma qualcosa di forse arcano per chi muove i primi passi.

Non credere a chi ti dice che in 1 ora potrai assimilare tutto quello che è importante sapere sui mercati finanziari. Perché c’è davvero tanto, anzi tantissimo da imparare sui mercati. Così tanto che non si finisce davvero mai di imparare.

Senza tenere conto del fatto che appunto i mercati cambiano e che le sfide cambiano con loro, ogni giorno.

Imparare la borsa è dunque anche un fatto di atteggiamento, perché appunto non potremo che andare ad avere una mente aperta, sempre pronta ad imparare e recepire nuove informazioni.

È questa la vera ricetta per imparare la borsa… e per continuare ad impararla.

A tal proposito, scopri questo kit di formazione completo offerto dalla piattaforma Capital.com.

7. Non serve essere intelligenti per imparare la borsa

Chiudiamo ribadendo una verità incredibile, senza che ci sia ovviamente nulla di personale.

Non riteniamo che tu sia stupido, anzi, il fatto che abbia deciso di investire il tuo tempo per cercare di imparare la borsa è segno di grande intelligenza.

Quello che ci teniamo però a sottolinearti è che non serve essere delle menti sopraffine per imparare come funziona la borsa. Perché appunto ci sono migliaia di strumenti per farlo, e quello che farà la differenza sarà appunto l’applicazione.

Scegli di operare con intelligenza pratica e il mondo della borsa potrà davvero essere ai tuoi piedi.

Scegli di fare il filosofo e passerai anni senza il becco di un quattrino e senza aver cavato un ragno dal buco.

La grande differenza sta proprio qui. Decidere di essere intelligenti in modo diverso. Senza preoccupazioni sui massimi sistemi, ma con la voglia appunto di investire al top.